Chi sono...

Chi sono...
Mi chiamo Lara, amo la semplicità delle cose di ogni giorno e la compagnia delle amiche. Da sempre mi accompagna il mio lavoro a maglia ma mi piace dilettarmi anche con il ricamo, l'uncinetto, la cucina e tutto ciò che può rilassarmi e distogliermi dagli impegni. Mi piace il mio lavoro ma mi piace anche passare del tempo a casa per ritrovare la carica necessaria. Ringrazio tutte le persone che passeranno di qui e quelle che vorranno dirmi la loro opinione sui miei lavori saranno le benvenute. P.S. Dicono di me che il mio bicchiere è sempre mezzo pieno: mi piacerebbe riempire anche quello delle persone che lo vedono mezzo vuoto.

Lettori fissi

sabato 18 aprile 2015

ALTRO GIRO...


E’ già passata un’altra settimana dall’ultima volta in cui ho dedicato un po’ di tempo a mia figlia per accompagnare lei e la sua amica a fare un giretto in bici. Voglio allora mostrarvi solo alcune foto del posto dove ci siamo recate questa volta: il laghetto Roversela a Storo, lungo la ciclabile, dove i pescatori passano il loro tempo, i bambini e le famiglie passeggiano e le anatre, le gallinelle d’acqua e qualche volta gli aironi cinerini organizzano le loro giornate.

Ecco le anatre che si allontanano dopo averci sentite,
 

i fiori candidi di un ciliegio,
 

le foglioline che cominciano a colorare gli alberi,

le due piccole ma cresciute amiche che osservano l’acqua,
 
la forsizia che colora i bordi della strada,
 

una famigliola in viaggio,
 

e immagini di primavera verso il cielo.

 

Alla prossima.

Lara.

mercoledì 15 aprile 2015

IN GIARDINO


Ti volti e ti rigiri, ti guardi un attimo intorno, aspetti le scadenze importanti, non vuoi perdere tempo, ma in un attimo il tempo è già passato e un’altra settimana è già finita da quando ho scritto l’ultimo post.
 
Ora però ho deciso di prendermi un attimo per me per proporvi un lavoretto a cui mi sono dedicata recentemente.

Mio marito aveva tagliato questa “fascina” di rami che in genere, dalle nostre parti, si usavano in campagna per “legare” i rami delle viti o delle piante da frutto perché di legno morbido e flessibile. Abbandonata in un secchio di latta mi ha fatto venire quest’idea:

un nastro giallo in tulle, un vecchio secchio in ferro, un vasetto di fiori nel centro ed ecco qualcosa che mi ha dato tanta soddisfazione.

Lì vicino, attaccato ai legni che racchiudono i tronchi pronti per essere bruciati, avevo messo, qualche tempo fa, un vaso con viole bianche ed edera, che ora si sono rinvigorite e sono diventate bellissime (per me s’intende).
 

Ancora più in là, poco più in là, un tappeto di colore ha vivacizzato l’aiuola sotto una bella pianta di sorbo degli uccellatori. Il trio di tonalità mi regala un’emozione ogni volta che arrivo con la macchina e il mio occhio è catturato da quell’angolo colorato.

Questo è quanto volevo raccontarvi del mio giardino in questi giorni.

Alla prossima.

Lara.

martedì 7 aprile 2015

LIMONE SUL GARDA


E’ bello qualche volta, durante il fine settimana, decidere una meta e fare un giretto, come si dice… “per cambiare aria”.
 

A volte la pigrizia ci blocca ma ieri abbiamo pensato che in una così bella giornata sarebbe potuto essere divertente andare sul Lago di Garda.
 
 
Anche se all’inizio la meta era Riva del Garda, subito dopo abbiamo pensato di proseguire lungo la strada stretta che costeggia il lago e andare a Limone, paesino molto caratteristico e piacevole.

Le stradine che portano in riva al lago sono piuttosto ripide e spesso intermezzate da scale altrettanto scoscese. Negozietti tipici costeggiano il percorso ma tra le altre cose sono riuscita a fotografare alcuni scorci che mi sono piaciuti molto.
 
Ve li propongo per farvi venir voglia di visitare Limone sul Garda, dove si possono vedere ovunque piante di limone, che grazie al clima mite crescono rigogliose.
 

Alla prossima.

Lara.

 

domenica 5 aprile 2015

AUGURI


Anche se questa speciale giornata è quasi ormai passata, vi voglio fare i migliori auguri perché l’uovo di Pasqua vi lasci qualche bella sorpresa, magari quella che aspettavate da tempo o una che vi lasci davvero a bocca aperta.


Auguri

P.S. Questo è il centrotavola che ho preparato per il pranzo di oggi, che vi pare?

venerdì 3 aprile 2015

LAVORETTO GIALLO SOLE


Ci sono cose a cui non resisto, che mi fanno venire una gran voglia improvvisa di fare, che mi fanno assolutamente avventurarmi…

No, non sono una grande avventuriera, ma una grande amante di tutto ciò che si chiama filo, filato, cotone, lana, nastro, tessuto….
 

Qualche giorno fa sono entrata nel negozio dove di solito acquisto lana di ogni genere e in un cestino ho visto immediatamente dei gomitoli sfatti di cotone colorato. Su un biglietto c’era scritto “cotone in offerta” e ad ogni gomitolino c’era attaccato un bigliettino con il prezzo: pochi centesimi.

Quando vedo dei gomitoli spaiati, senza altri con lo stesso bagno o colore o rimanenti di un lotto, sento che devo occuparmene. Lo so, sono troppo presuntuosa, ma credo così di essere forse la sola a saperlo far bastare, a saper trovare un lavoro per cui basti quello e credo che sia un senso radicato di economia domestica che ho imparato da mia nonna e da mia mamma.

Comunque non ho resistito e ho acquistato questo cotone color giallo sole. Mi sono messa subito al lavoro, la sera, seduta sul divano, ed ho cominciato questo fiore al rovescio, credo, ciò partendo dal cerchio più esterno per arrivare al centro. Per qualche giorno è rimasto fermo sul mobile della sala, ma poi mi sono decisa: ho cucito sotto il fiore un cerchio di feltro dello stesso colore per dargli un po’ di consistenza e poi l’ho bloccato ad un cerchietto di mia figlia.
 

Ho preferito non usare colla perché se volessi toglierlo dalla treccia di nastro basterebbe un attimo. Mia figlia l’ha indossato subito ed è molto contenta, tanto che l’ha tenuto anche per giocare all’aperto, mentre c’era ancora il sole…
 

Alla prossima.

Lara.

sabato 28 marzo 2015

ATTIMI 5


Gli attimi speciali di cui mi piace far tesoro possono durare molto tempo o davvero solo un attimo,

molti passano in casa,
 

altri fuori casa,
 

per alcuni si è in compagnia di certe persone speciali,

in altri momenti si può essere da soli a goderne.
 

In ogni caso sono attimi che regalano una sensazione di benessere.

Ecco allora il pasticciare di mia figlia per fare una crostata davvero tutta da sola,
 

il nostro fiume visto da una prospettiva diversa,
 

la voglia di tutti, nonostante il tempo incerto, di fare una passeggiata con marito e figlia,

i miei narcisi che colorano un angolo della cucina
 
che hanno lo stesso colore del mio prossimo lavoretto.
 

Alla prossima.

Lara.

venerdì 20 marzo 2015

SCARPE DA FOLLETTO


Mi stavo chiedendo che numero di piede potrebbe avere un folletto simpatico e allegro, perché vorrei regalargli un paio di scarpine in lana da indossare nelle sere d’inverno.

Sarò impazzita?
No, non è così…. Ho solo fatto un paio di scarpine che ha una misura un po’ esagerata per un piccolo baby-piedino. Forse però ci sarà qualche piedino di circa un anno a cui piaceranno… e che potrebbe sentirne il tepore.
Avevo pensato di fotografare ogni passaggio e di proporvi un tutorial per fare un paio di scarpine così, ma quando ho visto che stavano crescendo troppo, ho lasciato perdere questa idea.
Ho poi pensato di ricamarci un cuore giallo a punto calza, che ravvivasse le scarpine verdi che domani ci accompagneranno nel primo giorno di primavera e che ci ricorderanno tanto il verde dei prati e dei fiori.
 
Ho cercato poi di fare qualche foto decente, ma non ne sono molto soddisfatta… in ogni caso voglio mostrarvele per farvi sapere che nonostante i miei numerosi impegni voglio continuare a trovare il tempo di dedicarmi al blog e ai lavori hand-made.
 

Alla prossima.

Lara.